• Più si cura l'acqua, più sicuri tutti. Con il tuo contributo
    Più si cura l'acqua, più sicuri tutti. Con il tuo contributo

    Il nuovo tributo di bonifica

    Maggiori info
  • la Toscana dei fiumi e dell'ambiente
    la Toscana dei fiumi e dell'ambiente
    Maggiori info
  • EMERGENZA PIOGGIA?
    EMERGENZA PIOGGIA?

    I consorzi di bonifica ci sono!

    Maggiori info
  • Agricoltura e bonifica
    Agricoltura e bonifica

    I Consorzi da sempre a fianco degli agricoltori

    Maggiori info
  • la cura dei corsi d'acqua
    la cura dei corsi d'acqua

    un lavoro costante per la sicurezza idraulica

    Maggiori info
  • Amici della natura
    Amici della natura

    i consorzi di bonifica a difesa dell'ambiente

    Maggiori info

IMG 5966Firenze, 18 novembre 2017 - In caso di emergenza la tempestività nel comunicare la presenza del pericolo è cruciale. Una notizia data in tempo può fare la differenza. E sempre più questo tipo di comunicazione viaggia attraverso il web e i social network che diventano così uno strumento capace, a volte, di salvare delle vite. A questo tema è dedicato l’incontro “Comunicare l’emergenza. La rete e i social per PA e cittadini” che si terrà il 29 novembre (dalle 9 alle 13) al Palazzo del Pegaso di Firenze (via Cavour 18), organizzato da Corecom Toscana, Agcom e Consiglio regionale della Toscana in collaborazione con Anci Toscana e Pa Social. Ci sarà anche ANBI Toscana a parlare delle proprie esperienze e delle misure adottate per tenere aperto e attivo il canale di comunicazione con i cittadini.

La mattinata di lavori si aprirà con i saluti delle istituzioni. Subito dopo si aprirà una tavola rotonda dedicata a tre variabili fondamentali nella comunicazione delle notizie in emergenza “Tempestività, responsabilità, autorevolezza”. A seguire, la seconda tavola rotonda su “Esperienze e best practices”. 

Credits