• Più si cura l'acqua, più sicuri tutti. Con il tuo contributo
    Più si cura l'acqua, più sicuri tutti. Con il tuo contributo

    Il nuovo tributo di bonifica

    Maggiori info
  • la Toscana dei fiumi e dell'ambiente
    la Toscana dei fiumi e dell'ambiente
    Maggiori info
  • EMERGENZA PIOGGIA?
    EMERGENZA PIOGGIA?

    I consorzi di bonifica ci sono!

    Maggiori info
  • Agricoltura e bonifica
    Agricoltura e bonifica

    I Consorzi da sempre a fianco degli agricoltori

    Maggiori info
  • la cura dei corsi d'acqua
    la cura dei corsi d'acqua

    un lavoro costante per la sicurezza idraulica

    Maggiori info
  • Amici della natura
    Amici della natura

    i consorzi di bonifica a difesa dell'ambiente

    Maggiori info

consorzi-bonifica-00327.jpgFirenze, 24 gennaio 2017 – «Come Anbi Toscana abbiamo lavorato, nell’ultimo mese, per cercare di scongiurare il commissariamento del Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno e per trovare, insieme alla Regione, una soluzione diversa a una situazione sicuramente difficile, per una serie di ragioni – commenta Marco Bottino, presidente di Anbi Toscana, l’associazione regionale dei Consorzi di Bonifica -. Alcune settimane fa abbiamo inviato una lettera alla Regione Toscana, chiedendo di attivare un tavolo confronto e ribadendo che, a nostro parere, il commissariamento doveva restare l’extrema ratio. La Regione Toscana però, come è sua facoltà, ha ritenuto di accelerare i tempi e proceduto, appunto, al commissariamento. Dopo avere appreso che la Regione aveva preso e formalizzato questa scelta – prosegue Bottino - Anbi Toscana ha cercato di contribuire nuovamente a trovare una soluzione rapida, mettendo a disposizione, qualora la Regione stessa lo avesse ritenuto opportuno, le proprie professionalità. E cogliamo positivamente il fatto che sia la prima ipotesi (poi tramontata per motivi tecnici) sia la seconda ipotesi, che si è adesso concretizzata, abbiano confermato la fiducia della Regione nei professionisti e nei dirigenti dei Consorzi di Bonifica della Toscana. Valutiamo positivamente il fatto che la nomina del commissario da parte della Regione sia caduta su una figura interna al mondo dei Consorzi e prettamente tecnica. Il Consorzio di Bonifica Basso Valdarno continuerà a lavorare e a portare avanti cantieri e interventi, in attesa che si arrivi, più avanti, a un nuovo assetto».

«Da oggi, il mio lavoro in qualità di commissario – prosegue Fabio Zappalorti, direttore di Anbi Toscana e neo commissario del Consorzi di Bonifica 4 Basso Valdarno – sarà finalizzato a continuare a garantire la massima operatività dell’ente, che ha peraltro continuato sempre a lavorare attivamente sul territorio, anche in questi ultimi giorni non facili».

Credits