• Più si cura l'acqua, più sicuri tutti. Con il tuo contributo
    Più si cura l'acqua, più sicuri tutti. Con il tuo contributo

    Il nuovo tributo di bonifica

    Maggiori info
  • la Toscana dei fiumi e dell'ambiente
    la Toscana dei fiumi e dell'ambiente
    Maggiori info
  • EMERGENZA PIOGGIA?
    EMERGENZA PIOGGIA?

    I consorzi di bonifica ci sono!

    Maggiori info
  • Agricoltura e bonifica
    Agricoltura e bonifica

    I Consorzi da sempre a fianco degli agricoltori

    Maggiori info
  • la cura dei corsi d'acqua
    la cura dei corsi d'acqua

    un lavoro costante per la sicurezza idraulica

    Maggiori info
  • Amici della natura
    Amici della natura

    i consorzi di bonifica a difesa dell'ambiente

    Maggiori info

consorzi-bonifica.jpgFirenze, 7 aprile 2019 – Si sono concluse stamani le operazioni di spoglio delle schede relative alle votazioni dei Consorzi di Bonifica della Toscana. Le votazioni si sono svolte in questa settimana, dal 2 al 6 aprile in quasi tutti i Consorzi, ad eccezione del Consorzio 1 Toscana Nord, dove si è votato solo il 5 e il 6 aprile.

Le operazioni di voto si sono concluse positivamente e regolarmente. Confermato il trend che vede da tempo un numero limitato di consorziati partecipare al voto, anche se in maniera diversificata da una zona all’altra e con numeri maggiori là dove si erano presentate più liste in competizione fra loro. In tutto hanno votato 21.044 persone.

Contenuti al massimo, per scelta dei Consorzi e di Anbi Toscana (anche in base alle linee guida della Regione), i costi delle elezioni, che sono stati in tutto pari a circa 300mila euro (pari a un quinto del costo delle passate elezioni 2013), comprensivi del pagamento dei dipendenti addetti al funzionamento dei seggi e dell’acquisto del software per la gestione associata, che ha permesso importanti risparmi rispetto alle singole gestioni delle elezioni degli anni passati. Sempre per motivi di risparmio non è stata inviata (come era invece avvenuto nelle passate elezioni) la lettera personalizzata a ogni consorziato che sarebbe costata 800mila euro aggiuntivi. Questo anche perché questa volta era possibile, per ciascun consorziato, votare in qualsiasi sede di seggio, nell’ambito del proprio comprensorio, e non era quindi necessario comunicargli dove andare a votare. I consorziati sono stati avvisati capillarmente attraverso il bollettino, con campagne social e stampa portate avanti dai singoli consorzi e da Anbi Toscana, attraverso i canali informativi di tutti i Comuni coinvolti (siti internet, newsletter, profili facebook, messaggistica whatsapp e telegram) e con la App Cittadino Informato.

Domani, dopo le verifiche e le procedure del caso, verranno proclamati i membri eletti nelle assemblee dei 6 Consorzi.

Le elezioni permettono di eleggere l’assemblea, organo fondamentale del Consorzio, che serve ad approvare gli atti fondamentali dell’ente (statuto, piano di classifica, piano delle attività di bonifica, bilanci, regolamenti interni), elegge il presidente e vigila sul suo operato. L’assemblea è composta da 28 membri, di cui 15 (ovvero il 53%) eletti con le elezioni consortili e 13 nominati da enti pubblici. Ai membri dell’assemblea non spetta alcun compenso.

Info sul sito http://bonificalvoto.toscana.it

Credits