• Più si cura l'acqua, più sicuri tutti. Con il tuo contributo
    Più si cura l'acqua, più sicuri tutti. Con il tuo contributo

    Il nuovo tributo di bonifica

    Maggiori info
  • la Toscana dei fiumi e dell'ambiente
    la Toscana dei fiumi e dell'ambiente
    Maggiori info
  • EMERGENZA PIOGGIA?
    EMERGENZA PIOGGIA?

    I consorzi di bonifica ci sono!

    Maggiori info
  • Agricoltura e bonifica
    Agricoltura e bonifica

    I Consorzi da sempre a fianco degli agricoltori

    Maggiori info
  • la cura dei corsi d'acqua
    la cura dei corsi d'acqua

    un lavoro costante per la sicurezza idraulica

    Maggiori info
  • Amici della natura
    Amici della natura

    i consorzi di bonifica a difesa dell'ambiente

    Maggiori info

Firenze, 25 agosto 2017 - In queste settimane di siccità e emergenza idrica è più che mai importante il controllo e il monitoraggio che il Consorzio di Bonifica 5 Toscana Costa fa quotidianamente sul territorio. Insieme al presidio capillare svolto dal personale della Bonifica, proseguono gli interventi di manutenzione ordinaria che l'Ente svolge sul comprensorio di propria competenza. In Val di Cecina, a questo proposito, il Consorzio di Bonifica ha recentemente portato a termine, in amministrazione diretta, con propri operatori e macchine operatrici, lo sfalcio della vegetazione di alcuni principali fossi nel Comune di Cecina, ed in particolare in Località Paduletto e in località Paratino, per un investimento di circa € 80.000. I lavori di sfalcio della vegetazione infestante hanno riguardato anche i corsi d'acqua di Rio Gagno a Saline di Volterra, dove si sono eseguiti anche gli interventi di risagomatura e costruzione della scogliera con un costo pari a circa € 25.000.

Un primo sfalcio è stato eseguito anche sui corsi d'acqua che scorrono all'interno dell'abitato di Castelnuovo Val di Cecina, mentre nell'abitato di Volterra, in particolar modo in Località Mazzolla, si è proceduto ai lavori di manutenzione delle briglie per una spesa complessiva di entrambi gli interventi di circa € 20.000. “Il capillare presidio del territorio è una misura importante di prevenzione e di salvaguardia delle risorse naturali che abbiamo – precisa il Presidente Giancarlo Vallesi -  Il Consorzio di Bonifica è in questo senso a lavoro, per garantire la sicurezza di tutti i cittadini, nonché la corretta e rispettosa gestione del prezioso patrimonio ambientale che quotidianamente viviamo, anche e soprattutto durante la stagione estiva, uno dei momenti più importanti e più adatti a svolgere il lavoro del nostro perdel nostro personale”.

Credits