• Più si cura l'acqua, più sicuri tutti. Con il tuo contributo
    Più si cura l'acqua, più sicuri tutti. Con il tuo contributo

    Il nuovo tributo di bonifica

    Maggiori info
  • la Toscana dei fiumi e dell'ambiente
    la Toscana dei fiumi e dell'ambiente
    Maggiori info
  • EMERGENZA PIOGGIA?
    EMERGENZA PIOGGIA?

    I consorzi di bonifica ci sono!

    Maggiori info
  • Agricoltura e bonifica
    Agricoltura e bonifica

    I Consorzi da sempre a fianco degli agricoltori

    Maggiori info
  • la cura dei corsi d'acqua
    la cura dei corsi d'acqua

    un lavoro costante per la sicurezza idraulica

    Maggiori info
  • Amici della natura
    Amici della natura

    i consorzi di bonifica a difesa dell'ambiente

    Maggiori info

Firenze, 6 settembre 2017 - Diventa più efficiente ed economica la gestione del parco mezzi del Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord. L’Ente consortile, infatti, ha appena aderito alla convenzione CONSIP (la centrale acquisti della pubblica amministrazione italiana), per la fornitura di carburanti per autotrazione. E significativi sono i risparmi di gestione in arrivo. Non solo lo sconto che viene accordato al prezzo di pompa, ma anche le semplificazioni amministrative e logistiche. Infatti grazie alla convenzione gli operatori dell’Ente consortile potranno rivolgersi per il rifornimento a qualsiasi distributore sparso sul vasto comprensorio del Consorzio (che copre le province di Massa-Carrara, Lucca e in parte di Pisa e Pistoia) – dell’azienda petrolifera, vincitrice della gara nazionale indetta da CONSIP. I mezzi saranno dotati di carte magnetiche che consentiranno di rifornirsi e di avere un’unica fattura mensile riepilogativa per tutto l’Ente. Ciò significherà quindi anche semplificazioni e risparmi di carattere amministrativo, non avendo più necessità di gestire numerose procedure di selezione del contraente, fatture e pagamenti frammentati.

                   “In questa maniera – sottolinea il presidente del Consorzio, Ismaele Ridolfi – la fornitura di carburanti diventa più economica ed efficiente. Si tratta di un ulteriore passo, che si aggiunge a tanti altri risultati ottenuti in questo periodo e che va a ulteriormente a sfruttare le economie di scala prodotte dalla nascita del nuovo Consorzio, al posto dei precedenti e più piccoli Enti consortili, voluta dalla legge di riforma della Regione Toscana. E che conferma la giusta scelta strategica compiuta da questa Amministrazione di procedere ad acquisti centralizzati tramite l’unico ufficio gare del Consorzio.”

Credits