• Più si cura l'acqua, più sicuri tutti. Con il tuo contributo
    Più si cura l'acqua, più sicuri tutti. Con il tuo contributo

    Il nuovo tributo di bonifica

    Maggiori info
  • la Toscana dei fiumi e dell'ambiente
    la Toscana dei fiumi e dell'ambiente
    Maggiori info
  • EMERGENZA PIOGGIA?
    EMERGENZA PIOGGIA?

    I consorzi di bonifica ci sono!

    Maggiori info
  • Agricoltura e bonifica
    Agricoltura e bonifica

    I Consorzi da sempre a fianco degli agricoltori

    Maggiori info
  • la cura dei corsi d'acqua
    la cura dei corsi d'acqua

    un lavoro costante per la sicurezza idraulica

    Maggiori info
  • Amici della natura
    Amici della natura

    i consorzi di bonifica a difesa dell'ambiente

    Maggiori info

Firenze, 11 aprile 2019 - Lavori sempre più vicini alla conclusione per l’opera idrualica che renderà più sicuro e più bello il torrente e tutto il quadrante nord-est della città di Firenze.

Si sta posando proprio in questi giorni la nuova passerella pedonale che all’interno del nuovo sistema di casse di espansione e futuro Parco urbano del Torrente Mensola permetterà di collegare i diversi settori attraverso percorsi pedonali che si snodano lungo tutti i perimetri e all’interno delle tre aree destinate ad accogliere e contenere le acque di piena del torrente che scende da Fiesole.

Si tratta, dopo la piantumazione di già oltre 1300 nuove piante e alberi, di uno degli ultimi passaggi prima della chiusura dei lavori che da oltre un anno e mezzo, nel pieno rispetto dei tempi e senza alcuni intoppo, il Consorzio ha portato avanti per un importo complessivo di circa 11 milioni di euro di finanziamento statale e regionale con la progettazione e l’esecuzione a cura dell’ente consortile.

A breve dunque l’inaugurazione, per la quale sono già iniziati i primi contatti perché si possa organizzare una occasione di apertura al pubblico in grado di coniugare la presentazione dell’importanza strategica dell’opera idraulica per la sicurezza di una parte rilevante della città con l’attesa di fruibilità da parte del quartiere di quella che risulta essere la seconda area verde urbana di Firenze dopo Le Cascine.

Credits