L’episodio domenica mattina attorno a mezzogiorno nella zona della Partaccia a Massa
L’unione fa la forza e così i vigili del fuoco di Massa Carrara sono riusciti a salvare un cane che era rimasto intrappolato in una tombatura del fosso Calatella alla Partaccia questa mattina, grazie anche al supporto operativo dei tecnici del Consorzio di Bonifica Toscana Nord giunti sul posto sulla segnalazione degli abitanti. Sono stati lunghi minuti di paura per la donna.

Tutto è avvenuto attorno a mezzogiorno: la signora stava passeggiando con i tre cani al guinzaglio in via dei Campeggi alla Partaccia quando uno le è scappato all’improvviso. Non è riuscita a richiamarlo e a riprenderlo e durante la corsa il cane si è buttato dentro al fosso Calatella. Già così la discesa per recuperarlo non sarebbe stata facilissima ma alla fine il cane si è infilato proprio nel tratto tombato, da cui non riusciva più a uscire.

Sul posto sono stati subito chiamati i vigili del fuoco per il pronto intervento e i tecnici del Consorzio di Bonifica Toscana Nord per cercare di trovare la soluzione migliore e salvare così la vita al cane intrappolato. Abbandonata l’ipotesi di un escavatore per tracciare una via di uscita, alla fine è arrivata una soluzione pratica grazie anche all’intervento dell’autospurgo. E’ stato quindi pulito un pozzetto di ingresso al tratto tombato, poi da lì è stata inserita piano piano dell’acqua che ha spinto l’animale intrappolato verso il pozzetto da dove è stato tratto in salvo dopo circa un’ora con l’ausilio di cime e lacci, per poi tornare fra le braccia della donna.

“E’ stato un lavoro a più mani – sottolinea il presidente del Consorzio, Ismaele Ridolfi – che ha permesso di portare in salvo il cane intrappolato. L’esperienza dei tecnici dell’Ente consortile nella conoscenza dei canali e del territorio in gestione è servita a dare supporto operativo al prezioso intervento dei vigili del fuoco”.